Sua Maesta il Re

Stemma Casa Gentile
Sua Maestà il Re
S.M. Marcello Gentile
S.M. Marcello Gentile

La nascita di un regno che cambia il volto della mappa geografica del mondo

Il Progetto magnifico di un gran sognatore con i piedi per terra

Marcello Gentile è un urologo andrologo che ha dato vita e respiro ad un progetto che ha il sapore della favola ma anche tutti i contenuti giuridici perchè sia riconosciuto come realtà inattaccabile e incontrovertibile.

Marcello Gentile è un professionista molto stimato nell’ambiente medico nazionale ed internazionale ed è membro di numerose commissioni scientifiche italiane ed estere.

L’impegno costante nella sua professione non gli ha impedito di seguire un percorso di ricostruzione del suo passato familiare che si è tradotto in questo grande progetto.

Erede di una lunga serie di titoli nobiliari, tra cui quello di Principe di San Pietro (titolo ratificato dalla sentenza del 22 luglio 2008 del Tribunale Civile Internazionale – Organo Permanente della Corte Europea di giustizia Arbitrale di Ragusa – ormai da anni divenuta irrevocabile), Marcello Gentile aveva in animo di dare una collocazione internazionale e un’organizzazione capillare alle numerose attività filantropiche in ambito sanitario ed umanitario, di cui si faceva da tempo promotore.

Intendeva inoltre dare al gruppo di uomini e donne coinvolte in questa attività una connotazione “cavalleresca”, con riferimento agli alti valori e alle gesta filantropiche degli antichi Ordini Cavallerereschi.

Ne è derivato l’intento di ispirarsi ai valori di due antichi ordini, che hanno particolarmente orientato il Prof. Gentile nei suoi disegni di costituzione di una nuova Entità Giuridica con scopi filantropici.

Si tratta della Milizia Aurata dei Cavalieri di San Pietro (Ordine che venne istituito per volontà di Papa Leone X e fu reso operativo con Bolla Papale del 1521) e dei Cavalieri di San Paolo (Ordine costituito da Papa Paolo III con Bolla Papale del 1540). I due collegi vennero creati con obiettivi di gestione degli affari amministrativi della Camera Apostolica e di Protezione del Pontefice degli ospedali operativi in tempi di guerra.

Marcello Gentile ne ha perseguito l’unione in un unico soggetto giuridico, arricchendone i valori, modificandone consuetudini e cerimoniali, ampliandone gli obiettivi filantropici a livelli internazionali.

Nel 2009 ha così istituito il Sovrano Militare Ordine Ospedaliero dei SS. Apostoli Pietro e  Paolo, riconosciuto come “Soggetto di Diritto Internazionale in tutto uguale ad uno Stato Estero” con sentenza del 10 febbraio 2010 emessa dal Tribunale Civile Internazionale – Organo Permanente della Corte Europea di Giustizia Arbitrale di Ragusa. Tale sentenza, avente gli effetti di sentenza pronunciata dall’Autorità Giudiziaria della Repubblica Italiana, resa esecutiva dal Tribunale della Repubblica Italiana con decreto del Presidente del Tribunale Ordinario di Ragusa del 9 Marzo 2010, è divenuta irrevocabile il 1 dicembre 2010.

Essa ha definitivamente stabilito che:

Il Sovrano Militare Ordine Ospedaliero dei SS. Apostoli Pietro e Paolo è legittimamente soggetto di Diritto Internazionale in tutto uguale ad uno Stato Estero; in quanto tale ha facoltà di diritti e di obblighi derivanti dall’Ordinamento Giuridico Internazionale; ad Esso competono le Immunità Giurisdizionali e Tributarie con il trattamento giuridico spettante agli Stati; conseguentemente, i provvedimenti pronunziati dai Suoi Tribunali hanno natura di Provvedimenti Giurisdizionali e Tributari con il trattamento giuridico spettante agli Stati; conseguentemente, i provvedimenti pronunziati dai Suoi Tribunali hanno natura di Provvedimenti Giurisdizionali di uno Stato Estero. Il Sovrano Militare Ordine Ospedaliero dei SS. Apostoli Pietro e Paolo è leggittimamente neutrale in modo perpetuo(Articolo 2 della Costituzione del Sovrano Militare Ordine Ospedaliero dei SS. Apostoli Pietro e Paolo notificato per pubblici proclami nella Gazzetta Ufficiale della Regione Sicilia del 6.11.2009, n° 45, parte II, pag. 21, inserzione n°75).

L’Ordine è indipendente e sovrano ed in quanto tale la Legge Italiana del 3 marzo 1951, n° 178, non ha effetti su di esso; conseguentemente, il Sovrano Militare Ordine Ospedaliero dei SS. Apostoli Pietro e Paolo è un Ordine al Merito non nazionale e, quindi, non rientra fra le fattispecie criminose previste e punite dalla Legge Italiana n° 178/1951”.

 

L’Ordine inoltre, come stabilito dalla Sua Costituzione, può compiere tutte le operazioni finanziarie, mobiliari ed immobiliari necessarie ed utili per il conseguimento dei propri obiettivi […] ha facoltà di istituire Uffici di Rappresentanza e di Corrispondenza in ogni parte del mondo[…] ha diritto di Legazione Attiva e Passiva”.

Il riconoscimento dell’Ordine quale entità avente valenza internazionale è coinciso con il riconoscimento del Prof. Gentile, già per diritto familiare e giuridico Don Marcello Gentile, quale Sovrano Gran Maestro dell’Ordine, in quanto Suo fondatore.

 

Don Marcello Gentile ha però concretizzato un ulteriore fondamentale obiettivo ottenendo un riconoscimento storico che è la piena ed esclusiva Sovranità di due “terrae nullius” localizzate entrambe nel Continente Antartico: una compresa nel settore tra il Polo Sud ed il 60° Sud di latitudine e contenuta tra la longitudine 141° Ovest e la longitudine 150° Ovest, sancita definitivamente dalla sentenza pronunciata il 3 luglio 2012 dal Tribunale Civile Internazionale – Organo Permanente della Corte Europea di Giustizia Arbitrale di Ragusa – avente gli effetti di sentenza pronunciata dall’ Autorità Giudiziaria della Repubblica Italiana e divenuta irrevocabile il 18 febbraio 2013; l’altra compresa nel settore antartico nord-occidentale entro i confini 60° Sud-75° Sud e 15° Ovest – 20° Ovest, sancita definitivamente dalla sentenza pronunciata il 18 aprile 2014 dal Tribunale Arbitrale Internazionale – Organo Permanente della Corte Europea di Giustizia Arbitrale di Ragusa – avente gli effetti di sentenza pronunciata dall’Autorità Giudiziaria della Repubblica Italiana e divenuta irrevocabile il 3 dicembre 2014.

Il Sovrano Militare Ordine Ospedaliero dei SS.Apostoli Pietro e Paolo, avendo così acquisito la Sovranità territoriale, si trasforma con Legge Costituzionale in Regno dei Santi Pietro e Paolo, Stato a tutti gli effetti di legge, dotato di un Popolo, di un Governo e di un Territorio.

Il Sovrano Militare Ordine Ospedaliero dei SS. Apostoli Pietro e Paolo diventa a questo punto “Ordine al Merito del Regno dei Santi Pietro e Paolo”, anch’esso dunque Ordine al Merito di Stato Estero.

Quanto dichiarato è stato sancito nella medesima sentenza pronunciata il 3 luglio 2012 dal Tribunale Civile Internazionale – Organo Permanente della Corte Europea di Giustizia Arbitrale di Ragusa – divenuta irrevocabile il 18 febbraio 2013.